amicizie cattoliche e comunione nella Chiesa

Le amicizie cattoliche sono relazioni di amicizia fra persone che professano la religione cattolica. Le amicizie cattoliche sono essenziali per la vita della Chiesa. Spiegheremo meglio questo concetto così importante. La Chiesa è il Corpo mistico di Cristo. Le membra del Corpo mistico sono intimamente legate fra di loro. Le amicizie cattoliche si inseriscono in questo contesto e devono costruire la comunione nella Chiesa. Le amicizie cattoliche hanno una dimensione umana e soprannaturale. Se consideriamo anche solo la dimensione umana delle amicizie cattoliche, vediamo che si tratta di rapporti oggettivamente molto profondi. Già Aristotele affermava che non è possibile essere veramente felici senza avere degli amici. Inoltre egli affermava anche che l’amico è come un altro sé stesso. L’amicizia è una forma di amore. Le amicizie cattoliche hanno anche una dimensione soprannaturale. Gli amici si devono aiutare a vicenda a progredire spiritualmente nell’amicizia con Cristo. Le amicizie cattoliche devono vedere gli amici tesi ad aiutarsi ad incrementare sempre di più la vita della grazia che è stata messa in loro mediante il battesimo. Le amicizie cattoliche devono costruire la comunione nella Chiesa. Le amicizie cattoliche, infatti, sono relazioni profonde fra le membra del Corpo mistico di Cristo e devono essere un efficace riflesso dell’amore di Dio verso la Chiesa. Le amicizie cattoliche rispondono al profondo bisogno di entrare in relazione con gli altri che ogni persona possiede. Questa è la dimensione antropologica delle amicizie cattoliche. Ogni persona tende alla felicità e vuole raggiungerla. L’isolamento spirituale e sociale non aiutano a raggiungere la felicità. L’essere umano ha una natura socievole. Per avvicinarsi sempre di più alla felicità bisogna entrare in relazione con gli altri per costruire relazioni vere e profonde. Le amicizie cattoliche, grazie alla loro dimensione antropologica, possono efficacemente rispondere al bisogno dell’uomo di avere relazioni profonde e vere. Come detto sopra, le amicizie cattoliche hanno anche una dimensione soprannaturale. Gli amici devono costruire la comunione nella Chiesa. Infatti la Chiesa è mistero di comunione e la comunione è al centro della Corpo mistico di Cristo. Gesù quando ha fondato la sua Chiesa ha voluto che essa fosse comunione. Le amicizie cattoliche devono essere il segno di questa comunione. Le amicizie cattoliche devono costruire la comunione nella Chiesa. Se non servono a questo vuol dire che non sono vere e autentiche. Infatti le amicizie cattoliche vere devono essere sottolineate dalla dimensione dell’amore. Il Padre ha tanto amato il mondo da dare il suo unico figlio in sacrificio per tutti. L’umanità era chiusa nel suo peccato eppure il Padre non l’ha abbandonata. Le amicizie cattoliche devono esprimere concretamente l’amore del Padre verso l’umanità. Solo così potranno costruire la comunione nella Chiesa.  Il perdono deve essere una dimensione essenziale e fondamentale delle amicizie cattoliche. Infatti senza perdono non ci può essere amore vero. Nessuno è perfetto e nelle amicizie cattoliche il perdono è essenziale per rendere il rapporto di amicizia sempre più bello e vero. Solo se le amicizie cattoliche saranno autentiche e quindi sottolineate dall’amore e dal perdono potranno costruire la comunione nella Chiesa. Per fare tutto questo, gli amici devono prima di tutto crescere quotidianamente nell’amicizia con Cristo. Solo in questo modo saranno in grado di realizzare vere amicizie cattoliche capaci di costruire la comunione nella Chiesa di Cristo.

Pierpaolo Paolini

FacebookTwitterGoogle+