per le relazioni false, insignificanti, senza condivisione, non ci può essere la luce di Cristo

conoscere cristiani single e relazioni

Conoscere cristiani single non è facile. Infatti “conoscere” ha un significato molto diverso da “incontrare”. Nello stesso tempo, per conoscere bisogna fare incontri.

Non tutti gli incontri hanno le stesse caratteristiche. Anzi, ogni incontro ha delle potenzialità che possono venire alla luce ed essere pienamente realizzate solamente se l’incontro sfocia in una frequentazione.

conoscere single cristiani, condivisione e relazioni

Frequentare una persona che abbiamo incontrato, significa infatti condividere almeno una parte importante della nostra vita con lei.

Solo attraverso una vera condivisione delle gioie e delle sfide che la vita ci mette davanti è possibile arrivare sempre di più a quella vera conoscenza ( appartenente alla cultura biblica ) che non ha tanto un sapore intellettuale ( avere molte informazioni sugli altri ) quanto una valenza esperienziale ( condividere la vita e le sfide che questa riserva ).

Solo il secondo tipo di conoscenza, ( quella esperienziale ), può portare a vere amicizie e a relazioni di coppia dove il legame è solido e autentico.

Però questa conoscenza è, spesso, quella più difficile da concretizzare: ecco perché, proprio all’inizio, abbiamo detto che non è facile fare un cammino del genere.

Però, solo questa strada ha senso. Solo una vera conoscenza di tipo esperienziale può dare un significato profondo alle relazioni di amicizia e di coppia.

Conoscere delle informazioni sull’altro e non condividere, è troppo facile e non ha senso. Tutto questo vale per ogni tipo di relazione ( di coppia, di amicizia, tra parenti, ecc. ):

se non c’è condivisione, non potrà mai essere creata una relazione vera e forte che può arrivare ad avere il profumo dell’eternità.

Le relazioni “deboli”non saranno ricordate da nessuno. La storia non le prenderà in considerazione, l’anima neppure.

Allora, per i cristiani conoscersi significa condividere, aiutarsi e collaborare. Tutto questo può essere fatto in molti modi. La luce di Cristo andrà a trasfigurare tali legami rendendoli “eterni”.

Per le relazioni “false”, “vacue”, “insignificanti”, dove c’è egoismo o rivalità, non potrà mai esserci spazio per la luce di Cristo: infatti queste relazioni sono avvolte dalle tenebre.

Pierpaolo Paolini ( Amicizie Cattoliche )

FacebookTwitterGoogle+