Consumismo, incontri cristiani e amicizie cristiane

Incontri cristiani, amicizie cristiane e il consumismo

Cristiano vuol dire “seguace di Cristo”. In questo senso forte del termine noi ora trattiamo gli  incontri cristiani e le amicizie cristiane in relazione al consumismo.

Incontri cristiani e amicizia nella società consumistica

Ogni comunità umana è formata da una serie di relazioni fra tutti i vari soggetti che la compongono. La qualità e il tipo delle interazioni che si sviluppano ci rivelano l’identità di ogni comunità o società umana. Inevitabilmente gli incontri cristiani e le amicizie cristiane si sviluppano all’interno della comunità alla quale quelle persone appartengono. Subiscono l’influenza dell’ambiente circostante in cui nascono e si sviluppano ma, nello stesso tempo, gli fanno arrivare i loro messaggi ed input. Il consumismo si inserisce come un elemento relativamente recente nelle odierne società occidentali. Oggi, infatti, tramite la pubblicità, i mezzi di comunicazione di massa e altri elementi, vediamo che i bisogni umani vengono artificiosamente aumentati. Questo accade perché chi vende determinati prodotti vuole ottenere un guadagno superiore. Allora vengono lanciati dei messaggi che vogliono fare credere ai destinatari che se comprano quel determinato prodotto saranno più felici e la loro vita sarà migliore. Noi crediamo che tale atteggiamento sia diventato ormai un fattore culturale dell’attuale società occidentale. Il consumismo è un elemento sempre più presente nella vita delle persone e le condiziona. Infatti il consumismo può arrivare anche a condizionare gli incontri cristiani e le amicizie cristiane. Infatti il pensiero che comprando e acquistando sempre di più la vita migliora è un elemento che è presente nell’atmosfera culturale in cui viviamo e nella quale siamo immersi. I cristiani vivono immersi in questa cultura e spesso è difficile essere pienamente coscienti dei messaggi e degli input che arrivano. Crediamo di essere pienamente liberi ma non lo siamo perché in realtà questa cultura segnata dal consumismo in cui siamo immersi spesso ci manda dei messaggi che a noi sembrano talmente scontati e normali al punto che li accettiamo senza avere spirito critico e discernimento. La mentalità consumistica può entrare facilmente a far parte della vita di tutti condizionando anche gli incontri cristiani e le amicizie cristiane. Infatti ci può essere la tendenza a vivere i rapporti e le relazioni profonde come l’amicizia in modo consumistico. L’amicizia e il consumismo non vanno d’accordo. L’amicizia è un rapporto profondo e se noi la viviamo in modo frettoloso, quasi come se fosse un prodotto da consumare, allora sicuramente non potrà svilupparsi e realizzarsi pienamente. Gli incontri cristiani devono essere sempre realizzati considerando che colui che incontriamo, chiunque sia, è una persona e in quanto tale ha una dignità infinita. Dunque gli incontri cristiani non possono mai essere frettolosi ma devono trovare la giusta quantità di tempo e un corretto atteggiamento nei confronti del prossimo. Il consumismo e la sua mentalità non possono andare d’accordo con l’essenza degli incontri fra cristiani.

Non solo gli incontri cristiani ma anche le amicizie cristiane devono essere informate dall’attenzione reciproca, dall’ascolto e dal soccorso vicendevole. L’amico non è una cosa o un prodotto da consumare ma un persona da amare e rispettare. Questo atteggiamento che deve informare gli incontri cristiani e le amicizie cristiane può richiedere anche una certa dose di sacrificio che, invece la mentalità consumistica vorrebbe eliminare. Il sacrificio in sé non va ricercato, ovviamente. Però dobbiamo tenere presente che senza sacrificio è impossibile avere sempre incontri cristiani sottolineati dalla carità e amicizie cristiane informate dall’amore e dal rispetto vicendevoli.

Non lasciamoci condizionare dal consumismo e dalla sua mentalità. Dobbiamo sempre avere spirito critico e una buona dose di discernimento per avere incontri cristiani e amicizie cristiane dove è presente l’attenzione verso l’altro, la carità e l’amore. Solo così realizzeremo sempre di più nella nostra vita e nell’ambiente dove viviamo la civiltà dell’amore andando incontro a quel bisogno fondamentale che ognuno di noi ha nel cuore: amare ed essere amato.

Pierpaolo Paolini

FacebookTwitterGoogle+