corpo mistico di cristo, consumismo e seduzione

Il corpo mistico di Cristo

Il Corpo mistico di Cristo è la Chiesa. Infatti così San Paolo apostolo chiama e descrive la Chiesa fondata da Cristo. Nella Chiesa intesa come Corpo mistico di Cristo tutte le membra sono unite fra di loro con un legame intimo e forte. San Paolo descrive la Chiesa come un corpo dove ogni parte ha il suo compito che deve svolgere per il bene di tutte le altre membra. Se un membro sta male anche tutti gli altri soffrono, se un membro sta bene anche gli altri ne avranno beneficio. Infatti se un membro del Corpo mistico di Cristo commette un peccato, anche tutti gli altri ne avranno un danno; al contrario se un membro fa un atto di virtù, anche gli altri sentiranno un beneficio. Fra le membra del Corpo mistico di Cristo c’è una grande solidarietà. La Chiesa pellegrinante costituita dai battezzati sulla terra, la Chiesa celeste formata dai beati del Paradiso e i defunti in comunione con Dio che sono in purgatorio formano questa Chiesa, questo mistico corpo. Il Capo del Corpo è Cristo. San Paolo afferma: “Poiché come in un solo corpo abbiamo molte membra e queste membra non hanno tutte la medesima funzione, così anche noi, pur essendo molti, siamo un solo corpo in Cristo e ciascuno per la sua parte siamo membra gli uni degli altri” ( Rm, 12-4-5 ). La dottrina di San Paolo in merito è molto chiara. Nello spazio breve di questo articolo non vogliamo approfondire ancora tale dottrina ma solo sottolineare la grande comunione esistente fra le membra della Chiesa. Questa comunione deve essere realizzata da rapporti sottolineati dalla carità.

Corpo mistico di Cristo, egoismo e consumismo

Ci chiediamo se la cultura dominante consumistica odierna aiuta o no a costruire la Chiesa come comunione fra le sue membra. Sicuramente la forza della Chiesa deriva dal suo fondatore, Cristo Gesù. Infatti vediamo che quando la Chiesa è nata, è stata sottoposta a tantissime e violente persecuzioni. Pensiamo solo al fatto che il fondatore, Gesù, è stato ucciso ( poi, ovviamente è risorto e questo è il fulcro di tutta la nostra speranza ). Per quanto riguarda gli apostoli, la quasi totalità di essi sono stati martirizzati. La Chiesa non era ricca e non poteva distribuire né promettere potere o danaro ai suoi seguaci. Chi voleva seguire Cristo rischiava il martirio. Eppure in questa situazione così difficile la Chiesa di Cristo appena nata, sotto la spinta del soffio dello Spirito Santo, si è espansa grandemente. Nella società occidentale di oggi non esiste più la persecuzione violenta dei cristiani. Però c’è un altro modo, forse non meno efficace, per distogliere i cristiani dal seguire Cristo: la seduzione. Infatti i cristiani appartengono al Corpo mistico di Cristo e ricevono la grazia per progredire spiritualmente solo se stanno ben uniti a Gesù. La mentalità consumistica invece vuole fare credere alle persone che saranno più felici se compreranno di più. Tale mentalità è nell’aria e spesso è difficile prendere coscienza del fatto che vi siamo immersi. Certamente le persone hanno bisogno anche di beni materiali però questi non devono togliere spazio a Dio. Quando preferiamo comprare l’ennesima cosa molto costosa solo per noi stessi disinteressandoci del povero che ci sta accanto, allora non possiamo essere felici e Dio non può essere contento di questo comportamento. L’egoismo fa sempre male, è un veleno. L’egoismo all’interno del corpo mistico di Cristo inquina i rapporti fra le membra della Chiesa e non permette la costruzione della comunione al suo interno. Le cose non possono riempire il cuore dell’uomo. Infatti il cuore dell’uomo è fatto per accogliere l’Infinito. Sì, Dio ci ha creati con la capacità di accoglierlo dentro di noi. Siamo liberi e possiamo scegliere. Abbiamo detto che è difficile a volte accorgersi della seduzione perpetrata dalla società consumistica. Però, con l’aiuto di Dio dobbiamo prenderne coscienza e fare la nostra scelta. Nessuna cosa può prendere il posto di Dio. Se accogliamo la Trinità nel nostro cuore allora potremo costruire in modo efficace la comunione nel corpo mistico di Cristo. Siamo fatti non per l’egoismo ma per l’amore. La comunione nel corpo mistico di Cristo si costruisce solo con rapporti sottolineati dalla carità e dal perdono. Dio è amore. Ogni membro del corpo mistico di Cristo deve essere un riflesso dell’amore e della misericordia di Dio. In questo modo potrà cambiare anche la società diventando sempre più orientata a Dio e all’amore contro l’egoismo che lede la dignità infinita di ogni persona umana.

Pierpaolo Paolini

FacebookTwitterGoogle+