l’essenza delle amicizie cattoliche. Incontri, amore, fede

essenza delle amicizie cattoliche: incontri seri, amore vero e fede viva

L’essenza delle amicizie cattoliche nasce da una alleanza tra incontri seri, amore vero, fede viva in Cristo. L’amicizia è una forma di amore che viene esaltata dalla fede in Gesù. Questa forma di amore può nascere solo partendo da incontri seri che possono essere fatti online oppure al di fuori del web.

Sappiamo molto bene che l’amicizia è un legame nobile che non appartiene solo ai cristiani. Infatti l’amicizia lega atei, agnostici e persone di altre religioni tra di loro. Quando l’amicizia è vera è sempre bella.

L’amicizia tra i seguaci di Cristo, però, ha delle caratteristiche spirituali del tutto particolari. Questo accade perché ogni legame è il risultato dell’interazione tra due persone. Quando queste due persone mettono in campo la fede cristiana, allora si aprono orizzonti del tutto particolari.

Il legame che c’è tra due amici cristiani non rimane solo al livello umano ( già nobile, quando l’amicizia è vera ) ma viene illuminato da una dimensione nuova che riguarda la sfera trascendente della vita.

amicizia, amicizie cattoliche, dimensione spirituale, relazioni

Come detto sopra, l’amicizia è una nobilissima forma di amore che lega due persone. Ci sono diversi tipi di amore: l’amore tra coniugi, l’amore tra fidanzati, l’amore tra due fratelli, l’amore tra figli e genitori, ecc. L’amicizia fa parte di quei legami indispensabili per costruire una vita piena e realizzata.

Aristotele, prima di Cristo, ci presenta l’amicizia come un legame splendido e nobile. Aristotele distingue tre tipi di amicizia:

1) l’amicizia fondata sul piacere: gli amici si cercano solo per avere un piacere reciproco, si cercano e passano del tempo insieme perché si divertono. Quando, però, la dimensione del piacere viene a mancare, anche l’amicizia muore. Aristotele afferma che questa forma di amicizia è FALSA.

2) l’amicizia fondata sull’interesse: gli amici stanno insieme e si ritrovano perché hanno un interesse comune, un obiettivo da raggiungere. Quando, però, questo interesse viene raggiunto o non c’è più, anche il legame di amicizia muore. Aristotele dice chiaramente che anche questa forma di amicizia è FALSA.

3) l’amicizia fondata sulla virtù: gli amici si cercano perseguendo un bene reciproco. L’amico vero non pensa tanto a sé stesso ma al vero bene dell’altro. Aristotele arriva a dire che l’amico è “un altro sé stesso”. Questa frase così forte ci dice come nell’amicizia vera ci si debba, se occorre, sacrificare per l’amico. Certamente gli amici passeranno del tempo insieme anche per divertirsi: però il divertimento non è la cosa principale poiché l’amore che li lega è la dimensione più forte. Aristotele afferma che questa forma di amicizia è VERA

L’essenza delle amicizie cattoliche va ad esaltare la vera amicizia umana descritta ( anche se brevemente ) sopra.

La base delle amicizie tra cristiani è una vera amicizia umana, nobile e forte ma esaltata e trasfigurata dalla luce della fede. Ecco, allora, che si aprono nuovi orizzonti.

Nell’amico troverò una immagine di Gesù, un compagno di viaggio che mi aiuta a comprendere il significato delle cose alla luce della comune fede. Gli amici cristiani fanno un cammino comune verso la Patria Celeste e si aiutano a vicenda nelle inevitabili fatiche del viaggio non dimenticando di condividere anche le grandi gioie che questo riserva.

Pierpaolo Paolini ( Amicizie Cattoliche )

FacebookTwitterGoogle+